Raggiunto il numero 250.000

New Holland Fiat India (NHFI), fra le principali società di macchine agricole in India, celebra oggi la produzione del suo 250.000esimo trattore uscito dalla linea di montaggio dello stabilimento di Greater Noida. Durante la cerimonia, Rakesh Malhotra, Presidente di NHFI, ha consegnato la chiave del trattore – un New Holland 5500 – al suo orgoglioso cliente Smt. Hema Raghuwanshi del distretto di Vidisha, Madhya Pradesh.

Questo importante traguardo giunge ad appena tre anni dalla produzione del 150.000esimo trattore di New Holland, evidenziando la considerevole crescita della sua attività di trattori. Quale controllata di CNH Global e parte di Fiat Industrial Group, NHFI ha ampliato la sua visione commerciale passando alla gamma tecnologicamente superiore dei trattori da 32 a 75 CV. Oggi la società produce anche la serie 8000 di motori a 3 e 4 cilindri Tier 3, 3 serie di cambi, assali e altri componenti. È divenuta la prima società in India ad offrire soluzioni complete, a partire dalla semina fino alla raccolta, con un’ampia gamma di attrezzi e macchine per la fienagione nonché per la meccanizzazione specialistica. La sua esclusiva offerta di prodotti include macchine per la raccolta della canna da zucchero, soluzioni per biomassa, presse, falciatrici e trince.

Lo scorso anno NHFI ha avviato un piano per aumentare la capacità di produzione dello stabilimento di Greater Noida, che attualmente produce 40.000 trattori all’anno, e l’espansione sta avvicinandosi alla fase finale. La società assembla anche macchine per la raccolta di canna da zucchero a Chakan, nel distretto di Pune del Maharashtra, offrendo soluzioni avanzate ai clienti indiani.

Franco Fusignani, responsabile delle attività Asia Pacifico di Fiat Industrial, che ha presieduto la cerimonia di inaugurazione ufficiale dello stabilimento di Greater Noida nel 1998, ha commentato così il traguardo: “Il nostro successo deriva anche dalla particolare attenzione per il cliente che non riguarda solo le tecniche agricole adottate per un’elevata produttività, i consumi di carburante e il comfort per l’operatore ma include anche il rispetto per l’ambiente e pratiche agricole sostenibili. Tutto questo è motivo di grande orgoglio e sono certo che la nostra società continuerà a sostenere efficacemente il futuro sviluppo dell’agricoltura indiana”.

Prova dell’impegno del Gruppo per l’ambiente in India è la partecipazione a progetti per promuovere l’uso della biomassa come fonte d’energia e il compostaggio per migliorare la qualità del terreno. NHFI contribuisce non soltanto con la sua esperienza in questo campo ma fornisce anche i trattori, i ranghinatori, le presse e le macchine da raccolta più adatti alla raccolta, al trasporto e al trattamento della biomassa.

L’India, quindi, come ha sottolineato Stefano Pampalone, responsabile delle attività per India, Pakistan, Estremo Oriente e Giappone, è un mercato decisamente importante per il Gruppo.

“Abbiamo costituito la nostra presenza in India nel 1998 con i primi trattori da 75 CV in assoluto – ha commentato  Rakesh Malhotra, presidente di New Holland Fiat India e da allora continuiamo a offrire prodotti tecnologicamente superiori, una formazione e un servizio post-vendita esemplari per rispondere alle varie esigenze degli agricoltori indiani”.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati