SCEGLIERE BENE

Specialista della raccolta

Gregoire propone un’articolata gamma di vendemmiatrici con innovative soluzioni tecniche.

di Antonio Galli

La moderna viticoltura si sta orientando verso la completa meccanizzazione delle operazioni colturali per abbattere i costi di produzione, consentire un più razionale impiego della manodopera e garantire maggiore sicurezza ai viticoltori. Gregoire ha legato il proprio marchio alla meccanizzazione della vendemmia: nel 1978 propose la prima vendemmiatrice trainata, la GH Idraulica. Acquisita recentemente dal Gruppo Same Deutz-Fahr, Gregoire propone oggi un’articolata gamma di attrezzature per la manutenzione del vigneto tra cui spiccano per soluzioni tecniche, capacità di lavoro e affidabilità operative le vendemmiatrici trainate G1.200 e G2.230 e la semovente G8.260 motorizzata con un propulsore Deutz a 6 cilindri per complessivamente 6000 cc e potenza di 167 CV (123 kW) a 2100 giri/min. Tra le peculiarità delle vendemmiatrici Gregoire spicca il sistema di battitura dotato di scuotitori orizzontali ARC la cui particolare configurazione a diametro differenziato (brevettata) garantisce una maggiore flessibilità e consente un prolungato contatto con i grappoli senza causare la rottura degli acini. Ogni battitore ARC ha un solo punto di aggancio; ciò consente di lavorare anche in prossimità dei pali intermedi raccogliendo i grappoli a un’altezza di solo 15 cm dal terreno. Per agevolare la manutenzione, inoltre, i battitori ARC possono essere dotati del sistema di sgancio rapido Quick Fit. La testata di raccolta è montata su silent-block ed è dotata di sospensione pendolare per adattarsi alle condizioni del terreno allineandosi perfettamente ai filari grazie a un sistema di centraggio, che in particolari condizioni l’operatore può escludere. Il controllo della testata avviene idraulicamente mediante joystick multifunzionale (collocato sul posto di guida del trattore nei modelli trainati G1.200 e G2.230 oppure nella cabina della semovente G8.260) che consente anche di gestire aspiratori, nastri trasportatori e tutte le funzioni idrauliche (e il motore Deutz della semovente G8.260). La sospensione pendolare della testata di raccolta si blocca automaticamente durante il trasporto per garantire una maggiore sicurezza e stabilità del cantiere di lavoro e per evitare sollecitazioni dannose. Il sistema di ricezione a scaglie garantisce una raccolta perfetta dei grappoli ed è in grado di adeguarsi a ogni tipo di palo. L’uva è avviata verso nastri convogliatori con telaio di acciaio inox e realizzati con materiali brevettati per salvaguardare la qualità del prodotto ed eliminare il rischio di intasamenti durante il lavoro. Il sistema di pulizia è costituito da aspiratori inferiori che estraggono le foglie prima che entrino in contatto con i grappoli recisi dai battitori mentre gli estrattori verticali tolgono i tralci evitando intasamenti e garantendo un’ottima pulizia. Il sistema può essere implementato da aspiratori superiori. Particolarmente efficienti sono i sistemi (brevettati) di separazione e cernita Cleantech e Vario. Avvalendosi di due lunghe catene selezionatrici in materiale plastico con larga superficie e con profilo arrotondato per non danneggiare gli acini e dita flessibili con disposizione elicoidale sul rotore per garantire un flusso costante di prodotto, il sistema Cleantech ha ottimi risultati di pulizia; questi sono incrementati dal sistema Vario, il cui nastro convogliatore fissato sotto la catena di plastica del sistema Cleantech riduce l’altezza della caduta del prodotto limitando ulteriormente l’eventualità di danneggiamenti. Un tappeto a rulli con forma concava assicura il passaggio degli acini evitandone lo schiacciamento; la possibilità di variare in continuo la distanza dei rulli, inoltre, agendo sui comandi elettrici del joystick multifunzionale, fa sì che il prodotto sia separato da impurità e defluisca verso le tramogge senza subire danneggiamenti.

Le vendemmiatrici trainate G1.200 e G2.230

Queste vendemmiatrici trainate sono idonee a sesti d’impianto con larghezza minima di 150-170 cm e altezza  massima di 290 cm. Sono dotate del sistema di regolazione della battitura VARI Width che, messo in azione dal joystick multifunzionale inglobato nella consolle dotata di display, consente anche di regolare la distanza dei battitori, l’attività degli aspiratori, dei nastri trasportatori e di tutte le funzioni idrauliche. La testata di raccolta, capace di vendemmiare grappoli posti a un’altezza minima di 15 cm dal terreno, è a doppio montante con 14 battitori ARC per montante nella G1.200 e 20 battitori nella G2.230. Il sistema di ricezione consta di 2 nastri con 15 scaglie ciascuno nella G1.200 e 18 scaglie nella G2.230. La lunghezza del tunnel di raccolta è rispettivamente di 2000 e 2200 mm. Il sistema standard di pulizia prevede aspiratori inferiori ed estrattori verticali mentre gli aspiratori superiori e i sistemi Cleantech e Vario sono opzionali. Inoltre, possono essere dotate di calamite per individuare residui metallici, rallentatore di velocità dei battiti “Flex Speed”, avvisatore acustico (Clacson) di retromarcia e kit telecamere per il controllo delle operazioni per una maggiore sicurezza sia del prodotto vendemmiato sia degli operatori in vigneto. È disponibile anche un kit di battitori e supporti per la raccolta delle olive negli impianti super intensivi. Le tramogge laterali in acciaio inox hanno capacità di 1200 l cadauna per la G1, mentre la G2 prevede 2 tramogge di 1350 oppure di 1500 l. L’altezza di scarico per entrambe le vendemmiatrici trainate è di 2750 mm. Sono dotate di impianto idraulico indipendente con serbatoio della capacità di 70 l e sistema di filtraggio dell’olio idraulico e richiedono l’accoppiamento a trattori di almeno 90-100 CV (66-74 kW) e pdp a 540 giri/min.

La vendemmiatrice semovente Gregoire G8.260

Questa vendemmiatrice è adatta a vigneti con interfila di almeno 170 cm e altezza massima dei filari di 255 cm. È dotata di trasmissione idrostatica a 4 ruote motrici con blocco del differenziale, limitatore di coppia e sistemi di regolazione della velocità di lavoro (Autospeed) e della velocità di trasferimento (Autodrive) attivati mediante joystick multifunzionale collocato nella cabina. L’Autodrive controlla e regola i giri del motore al fine di ottimizzare consumi e rumorosità. Il comfort e la sicurezza dell’operatore sono assicurati dalla nuova cabina Visiocenter completamente insonorizzata e collocata in posizione centrale per garantire un’ottima visibilità durante il lavoro. Sono presenti di serie il monitor View master, dotato di un grande schermo a colori per un’agevole lettura con tutte le principali funzioni raccolte in un’unica videata, e la consolle laterale Control master per la regolazione centralizzata di ogni singola funzione della vendemmiatrice, tra cui il riconoscimento automatico degli attrezzi terminali (cimatrici, sfogliatrici, testata di raccolta, ecc.) per il lavoro in polivalenza. Ogni singola regolazione può essere memorizzata e applicata nuovamente. Il sistema Multi drive (brevetto Gregoire) con joystick integrato nel bracciolo del sedile consente di eseguire fino a 24 comandi elettroidraulici tra cui il controllo del livellamento passando dal controllo automatico a quello semi automatico. Per quanto concerne la testata di raccolta, è dotata di 14 battitori ARC per montante (disponibili con kit per il montaggio rapido) mentre il sistema di ricezione consta di 2 nastri con 22 scaglie e nastri trasportatori a palette; la lunghezza del canale di raccolta è di 2650 mm ed è capace di raccogliere i grappoli posti a un’altezza minima dal terreno di 15 cm. Il sistema di pulizia e di selezione dell’uva nella configurazione standard si avvale di aspiratori inferiori ed estrattori verticali. Secondo l’allestimento possono essere presenti aspiratori superiori e i sistemi Cleantech e Vario implementati da calamite per individuare eventuali residui metallici, rallentatore di velocità dei battitori “Flex Speed”. Le 2 tramogge di raccolta di acciaio inox hanno una capacità di 1400 l cadauna e un’altezza di scarico di 2800 mm (opzionali le tramogge da 1600 l). Per una maggiore sicurezza in lavoro, soprattutto nei terreni più declivi, sono disponibili indicatori luminosi di altezza e contrappesi da applicare alle ruote anteriori. È dotata di motore Deutz 6 cilindri di 167 CV (123 kW).

GUARDA LA FOTOGALLERY

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati