L’evoluzione dei carri autocaricanti

I carri autocaricanti hanno sempre avuto notevole importanza nella raccolta dei foraggi sfusi. Grazie al pick-up  raccolgono il foraggio dal tappeto erboso e lo inviano ad un apparato convogliatore, generalmente formato da catene con traversine metalliche e denti oppure, nei modelli più moderni, da un infaldatore a denti che provvede all’immissione del foraggio nel cassone. Una recente evoluzione di questi carri ha visto l’introduzione di un apparato di trinciatura del foraggio, in tal modo grazie ad un rotore dotato di lame a dente il foraggio viene trinciato e predisposto per l’insilamento. Questa tipologia di carri va assumendo particolare rilevanza nell’insilamento dei foraggi semiaffienati, in particolare il loglio italico, non solo nell’ambito zootecnico ma anche per la predisposizione delle matrici con cui produrre biogas. Anche il sistema di scarico, dotato di catene e traversine, risulta particolarmente idoneo alla predisposizione del prodotto in trincea per l’insilamento. Date la grande capacità di carico e la struttura del cassone con sponde molto alte possono essere utilizzati anche per raccogliere l’insilato da una trinciacaricatrice semovente e trasportarlo alla trincea per l’insilamento. Da non dimenticare, il loro ruolo nella raccolta dei foraggi nelle zone collinari. A questi ambiti sono dedicati carri autocaricanti con baricentro basso che assicurano stabilità al cantiere di lavoro e il passaggio sotto le chiome degli alberi. Vicon vanta una grande tradizione nella fienagione e nella raccolta dei foraggi ed ha recentemente proposto carri autocaricanti, con o senza apparato di trinciatura, di cui evidenziamo gli aspetti principali in una breve sintesi descrittiva.

Vicon Rotex 450 – 550

Carri autocaricanti con apparato di trinciatura e rimorchi per insilato

Il Vicon Rotex 550 è un carro autocaricante dotato di apparato di trinciatura con rotore dalle grandi dimensioni (ben 800 mm) su cui sono inseriti 35 coltelli collocati su 9 file con disposizione a V (chevron). Ha una capacità di carico che raggiunge i 55m³ per un peso di 12.2 tonnellate. Richiede l’accoppiamento con trattori di 150 CV (111 kW). Il Vicon Rotex 450 (nella foto in alto) è dotato di apparato auto caricante e sistema di trinciatura con caratteristiche simili a quelle del “più grande” Rotex 550 ma ha dimensioni del carro più compatte. È concepito, infatti, per l’impiego con trattori della gamma aziendali-multiuso con potenza di 120 CV (89 kW). Ha una capacità di carico di 45 m³ per un peso di 16 tonnellate. Vicon Rotex 550 e Vicon Rotex 450 possono essere impiegati anche per accogliere l’insilato prodotto da una raccogli trinciacaricatrice semovente e il successivo trasporto al centro aziendale per l’insilamento in trincee.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati