Impressioni d'uso

Per boscaioli super

La nuova Stihl MS 661 C-M è una motosega da abbattimento di elevata potenza, con livelli vibrazionali e peso molto contenuti nella sua categoria.

riempitiva 4

Dal corrente mese di Aprile Stihl commercializza in Italia la nuova motosega da abbattimento MS 661 C-M, destinata ai professionisti del settore. Equipaggiata da un poderoso motore da ben 91,1 cm³ di cilindrata, con alesaggio di 56 mm e corsa di 37 mm, con i suoi 5,4 kW (7,3 CV) a 9500 giri/min è probabilmente il più potente tra quelli montati su una motosega, riuscendo comunque a contenere la massa della macchina in 7,4 kg (a secco e senza spranga e catena), grazie ad un largo uso di leghe leggere a base di magnesio e di alluminio.

Il motore

La MS 661 C-M deriva dalla MS 660 alla quale (almeno esternamente) assomiglia ancora molto. In realtà, le novità sono parecchie: pur con una cilindrata leggermente inferiore (91,1 rispetto a 91,5 cm³), il motore ha un potenza maggiore (5,4 rispetto a 5,2 kW), grazie soprattutto alla gestione elettronica M-Tronic e alla carburazione IntelliCarb, il che porta il nuovo modello ad un rapporto massa/potenza praticamente unitario (1 kg/CV), un valore che sa di record. Tra l’altro, il nuovo motore è conforme al livello 2 della normativa comunitaria in tema di emissioni dei gas di scarico. Il carburante è dosato elettronicamente, adattando la mandata automaticamente alle condizioni ambientali, alla quota e alla temperatura dei fluidi dell’aria in ingresso della macchina, consentendo pronte accelerazioni e accensioni senza incertezze, tra l’altro agevolate dal provvidenziale decompressore. Grazie alla funzione memoria, il motore garantisce prestazioni ottimali anche alla ripresa dopo ogni pausa. Infatti, non sono più necessarie le classiche regolazioni manuali della carburazione, mentre il controllo di eventuali malfunzionamenti è eseguibile con un apposito apparecchio diagnostico, in modo del tutto simile a ciò che da tempo avviene per le automobili. La coppia massima è la stessa della MS 660, 6 Nm a 6500 giri/min, ma è l’erogazione della curva che è cambiata; l’impressione all’uso è che la riserva di coppia sia davvero notevole, in modo da non far “morire” mai il motore, anche per carichi molto elevati e prolungati. Questa caratteristica rende la MS 661 C-M adatta ad operare anche come minisegheria mobile, adattandola allo scopo ad esempio con i telai prodotti dalla Logosol. Nel carter del motore in prossimità della biella è presente una protuberanza a forma di pinna, che direziona i flussi di lavaggio all’interno del vano manovella. Si tratta di una soluzione già vista sulle motociclette da competizione a 2 tempi, e serve per aumentare la pressione media all’interno del carter pompa, diminuendo in tal modo le perdite di lavaggio. In pratica, si parzializza la luce di scarico durante la fase di incrocio e si indirizza con maggiore precisione il flusso dei gas freschi all’interno del carter, per migliorare il raffreddamento del pistone e dello spinotto biella. In effetti, nei motori a due tempi ad elevata potenza specifica come quello della MS 661 C-M, lo smaltimento del calore di combustione deve essere molto efficiente, e ciò viene ottenuto curando al meglio la fluidodinamica interna al carter. La struttura del cilindro è oltremodo interessante, perché un’unica luce di trasferimento posta sotto lo scarico sfocia in 4 travasi. Lo sfruttamento della soluzione “2-mix” e la carica stratificata ha permesso di diminuire fino al 20% i consumi di miscela, ma soprattutto di ridurre del 70% circa la quantità di idrocarburi incombusti nei gas di scarico. Un’ulteriore miglioria complementare è il nuovo filtro dell’aria comburente HD2, che ha una superficie filtrante più ampia, risulta ben protetto ed è smontabile senza attrezzi in pochi secondi. Il materiale filtrante è il polietilene, che in questo caso ha pori più piccoli del 70% rispetto ai normali filtri in feltro e poliammide, per bloccare efficacemente anche le polveri più sottili. Inoltre il nuovo filtro è oleo e idrorepellente, e pertanto più facile da pulire.

Vibrazioni contenute

Grazie ai nuovi (e più piccoli) tasselli antivibranti, Stihl dichiara per la MS 661 C-M un livello vibrazionale di soli 5,5 m/s² per entrambe le mani, con una riduzione del 25% rispetto alla versione precedente; anche la sensazione d’uso, su tronchi di pioppo con diametri maggiore di un metro, conferma l’ottimo livello ergonomico, sia con la spranga da 70 cm che con quella da 90 cm. La rumorosità è in media per le motoseghe di questa classe: il costruttore dichiara una potenza sonora di 118 dB(A) e una pressione sonora di 105 dB(A) all’orecchio dell’operatore. Dati i livelli,  è d’obbligo l’adozione di otoprotettori. Sulla MS 661 C-M la catena viene tesa senza utensili attraverso un rocchetto, mentre il serbatoio del carburante è semi- trasparente, per un agevole controllo dei livelli. Inoltre, possono essere aperti senza difficoltà, anche con i guanti. Il pacchetto “Stihl Ematic” composto dalla spranga Ematic, dalla catena Oilomatic e da una pompa a portata regolabile consente all’olio di raggiungere in modo mirato i punti più critici per la lubrificazione, riducendo il consumo fino al 50%. Rispetto alla precedente MS 660 la capacità dei serbatoi è aumentata, rispettivamente da 825 a 850 cm³ per la miscela e da 360 a 400 cm³ per l’olio catena.

 GUARDA LA FOTOGALLERY

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati