IMPRESSIONI IN CAMPO

Differenze che contano

Elevato comfort di guida e scarico granella efficiente: queste le principali peculiarità della nuova Case IH Axial Flow 9230 Efficient Power. una mietitrebbiatrice che con la cingolatura anteriore in gomma viaggia sicura anche su terreni infidi.

apertura

Ci sono aspetti di una macchina agricola che a prima vista possono sembrare secondari, ma che invece possono portare ad una significativa differenza in termini di produttività. Devono averlo pensato anche i progettisti di Case IH quando hanno rivisto la cabina (completamente ridisegnata) e la coclea di scarico della granella delle mietitrebbiatrici Axial Flow della serie 230, per aumentare da un lato il comfort e la semplicità di conduzione, e dall’altro la velocità di svuotamento della tramoggia del prodotto. Dal lontano 1977, anno del lancio della prima Axial Flow, in un percorso caratterizzato da continui miglioramenti (fondamentale quello del rotore), Case IH è arrivata all’Axial Flow 9230 Efficient Power, il modello di punta della gamma che mira alla più elevata qualità del raccolto. Il rotore Small Tube, a bassa richiesta di potenza e delicato anche con la paglia umida, il più alto livello di comfort dell’abitacolo, il joystick multifunzione migliorato e il nuovo display digitale sono gli elementi principali che caratterizzano questa macchina.

Agile e sicura in campo

La valutazione operativa di una mietitrebbiatrice non può ovviamente prescindere da un’attenta analisi del prodotto raccolto, in termini di entità delle perdite, pulizia e grado di rottura della granella, stato della paglia, ecc. In questa occasione, si è preferito invece concentrare l’attenzione sulle innovazioni introdotte. I vantaggi della nuova versione (miglior comfort della nuova cabina e più alta efficienza della coclea di scarico) sono aspetti piuttosto importanti per gli operatori (soprattutto contoterzisti) che lavorano per lunghi turni con queste macchine. La Case IH Axial Flow 9230 Efficient Power è stata vista all’opera durante la raccolta di colza presso l’azienda agricola Agro Boerdegruen GmbH & Co. KG a Magdeburg (Germania), nei pressi di Berlino. Si tratta di un’azienda nata nel 1992 che, dopo la caduta del tristemente noto “muro”, ha continuato in forma imprenditoriale l’attività di un ex Kolchoz dell’allora Germania Est, grazie all’intraprendenza dell’attuale titolare, Constanze Arendt-Nowack, peraltro ex dipendente della precedente struttura di stampo socialista. Su una superficie di ben 3800 ha, l’azienda di tipo cerealicolo-zootecnico si avvale in modo massiccio di macchinario a produttività elevata, integrato con tecnologie satellitari per ottimizzare la produzione. Vengono sviluppate diverse filiere, con grande attenzione anche alle fasi di post-raccolta, che si estendono sino alla distribuzione diretta dei prodotti a ristoranti e servizi di catering, alla produzione e vendita di biocombustibili (con distributori a marchio aziendale collocati sulla rete stradale e autostradale tedesca), fino alla produzione di energia elettrica con gruppi motogeneratori alimentati a biogas (ovviamente prodotto in azienda), nonché pale eoliche e pannelli fotovoltaici, rispettivamente collocati nel territorio aziendale e sulle coperture delle strutture fisse. È del tutto evidente quindi che in un tale contesto la Case IH Axial Flow 9230 Efficient Power può esprimere appieno le sue capacità produttive. Sotto il sole cocente della fine di luglio dello scorso anno, è stato possibile apprezzare il comfort della nuova cabina (anche in termini di ridotti livelli di rumore e vibrazioni) e la semplicità con cui si gestisce la macchina. Il nuovo joystick e il bracciolo ergonomico richiamano le soluzioni di comando di alcune macchine movimento terra complesse, come ad esempio i grader, centrando in sostanza l’obiettivo di facilitare il proficuo impiego di macchine nelle quali è necessario tenere attentamente sotto controllo in modo contestuale numerosi parametri operativi. La velocità di scarico della granella è impressionante, a tutto vantaggio dell’efficienza di riempimento del  rimorchio. Visto il livello molto alto di dotazioni e prestazioni e il target di riferimento, si potrebbe forse eliminare la doppia versione della cabina, offrendo unicamente quella full-optional, comprendente il sedile a sospensione semiattiva.

di Costantino Radis

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati