SCEGLIERE BENE

Per la difesa di pergole e tendoni

Unendo efficienza e precisione dell’irrorazione su una vegetazione molto fitta, gli atomizzatori si rivelano strumenti indispensabili per la difesa fitosanitaria anche nei vigneti a tendone e a pergola.

urano

Il Tendone e la Pergola sono sistemi di allevamento adottati prevalentemente per i vitigni da uva da tavola: hanno il pregio di consentire un buon irradiamento solare delle foglie e degli acini e permettendo un’efficiente fotosintesi clorofilliana facilitano lo sviluppo e la maturazione uniforme dei grappoli. Inoltre, l’ottima esposizione solare aumenta la concentrazione di zuccheri negli acini, ottenendo un prodotto molto più sano e gustoso. Una variante della Pergola prevede una impalcatura con pali collegati da fili trasversali posti all’altezza di 1,8-2,0 metri per sostenere i tralci. Questa forma di Pergola (denominata Pergola continua) è molto simile al Tendone in cui i pali sostengono, oltre alla vite, una rete di fili di ferro posta a 2 metri di altezza che offre sostegno ai capi a frutto disposti ortogonalmente fra loro per formare un “tendone” continuo. Queste forme di allevamento, pur essendo particolarmente efficienti nel consentire un buon irradiamento solare della vegetazione, sono di difficile meccanizzazione a causa della loro architettura con tralci posizionati a circa 2 metri di altezza e filari molto ravvicinati. Richiedono, purtroppo, un cospicuo numero di ore per l’esecuzione manuale delle operazioni colturali ma negli ultimi anni, grazie allo sviluppo tecnologico, si sta evolvendo la loro meccanizzazione. Per esempio, nella difesa fitosanitaria sono efficacemente impiegati atomizzatori, di tipo portato dall’attacco a tre punti del trattore oppure di tipo trainato, caratterizzati da sagome dal profilo basso e apparati distributori specifici. Gli atomizzatori di maggiore capacità lavorativa, specifici per vigneti a tendone o a pergola, necessitano l’accoppiamento a trattori di 35-70 CV (26-51 kW) e pdp di 540 giri/min.

Alcuni prodotti da valutare

L’atomizzatore A130 della G.R. Gamberini è caratterizzato dal serbatoio in polietilene ad ingombro ridotto, resistente ai raggi UVA, completo di lavamani e delle capacità di 600, 800, 1000, 1500 e 2000 litri, dotato di miscelatore idraulico in ottone per l’agitazione e la miscelazione del prodotto. Il telaio portante in acciaio è rinforzato e interamente zincato a caldo, l’assale è registrabile in altezza e larghezza ed anche il timone di traino è regolabile in altezza e lunghezza per meglio conformarsi ai diversi ambiti di lavoro e all’accoppiamento ai diversi tipi di motrice. La pompa a membrana in ottone con comando a distanza (optional comando elettrico), la turbina centrifuga con Ø 400, 450 mm, il moltiplicatore di giri ad ingranaggi a bagno d’olio con leva di disinnesto e la frizione automatica a ferodo, grazie alla quale non vi sono torsioni sull’albero cardanico e sul moltiplicatore di giri, offrono la possibilità di usare l’atomizzatore A130 con gruppi irroranti di diversa tipologia. Nel caso specifico di vigneti a Tendone e a Pergola, il gruppo irrorante è in fusione di alluminio, con diffusori inox orientabili individualmente e ugelli BV in ottone con foro di grande diametro per il passaggio della miscela di prodotto che viene polverizzata dall’aria e non dal getto irrorante. I diversi gruppi irroranti proposti per completare l’allestimento sono modulari, realizzati con fusioni di alluminio o in acciaio zincato, intercambiabili per qualsiasi tipo di vigneto, frutteto, in pieno campo o serra. È disponibile anche un gruppo ventola a aspirazione rovesciata, realizzato con materiali termoformati che, oltre ad ottimizzare il flusso d’aria e la sua purezza da foglie o detriti, ha un assorbimento di potenza del 10-15% inferiore rispetto ai gruppi convenzionali. Sussiste anche la possibilità di realizzazioni ad hoc in base all’ambito di applicazione e alla coltivazione da trattare. L’atomizzatore A130  richiede l’accoppiamento a motrici di 40-60 CV (29-44 kW) e pdp di 540 giri/minuto.

L’EXPO 10 Low è l’atomizzatore trainato di maggior successo della gamma Unigreen; grazie alle dimensioni compatte e alla cisterna da 1000 litri corrisponde pienamente alle esigenze della maggior parte dei vigneti e dei frutteti delle aziende europee. Il suo design ultrabasso è stato studiato appositamente per contenere gli ingombri e lavorare ottimamente in vigneti a tendone e a pergola. Il telaio portante è in acciaio zincato a caldo, ha l’assale regolabile in larghezza ed è dotato di timone con occhione di aggancio. La cisterna da 1000 litri è in polietilene rotazionale, a svuotamento totale con fiancate arrotondate per ottimizzare la pulizia interna, con cisternetta lavamani integrata, coperchio ribaltabile con innesto a baionetta, cisterna lava circuito integrata nella parte posteriore, filtro aspirazione ispezionabile. La cisterna è dotata di agitatore idraulico per un’omogenea miscelazione del prodotto da distribuire, regolatore di pressione (sino a 20 bar) RVA in alluminio anodizzato, risucchio antigoccia e leva di chiusura generale. Gli ugelli di distribuzione in ottone sono caratterizzati da getti doppi con antigoccia a membrana e sono disposti a ventaglio sul gruppo di irrorazione, in acciaio zincato a caldo, dotato di un girante con nove pale in nylon rinforzato Ø 600 mm e leva di disinnesto e cambio di velocità di rotazione. In alternativa è possibile montare un girante Ø 800 mm con alette di flusso sagomate e gruppo di irrorazione di polietilene fonoassorbente (JET) ed è anche possibile dotare il gruppo di irrorazione di deflettori superiori, in acciaio zincato a caldo, per i eseguire trattamenti in vigneti a spalliera o frutteti ad impianto intensivo. Richiede l’accoppiamento con trattori di almeno 50 CV (37 kW) e pdp di 540 giri/minuto.

L’atomizzatore trainato Futura della Unigreen è disponibile con cisterne in polietilene rinforzato della capacità di 650, 1100, 1650, 2150 e 3150 litri; sono dotate di agitatore idraulico per ottenere un’omogenea miscelazione del prodotto da distribuire. I gruppi di controllo della pressione sono disponibili in versione manuale, elettrica e anche con centralina elettronica Bravo 180 S, la pompa è in alluminio dotata di sistema Deviokit. Il telaio portante è in acciaio verniciato a polveri epossidiche per garantire la massima resistenza contro la corrosione, ha assali regolabili in larghezza e timone registrabile con ruotino di sostegno. Per l’irrorazione dei vigneti a Tendone e a Pergola continua, l’apparato di irrorazione ha ugelli in ottone con doppio getto antigoccia disposti a ventaglio sul convogliatore avente la classica conformazione rotonda. Il gruppo ventilante ha ventole di Ø 700 – 800 oppure 900 mm a seconda del modello; nella configurazione Avant la zona di aspirazione è collocata nella parte anteriore della ventola, ottenendo una struttura più compatta, minore aspirazione di foglie, riduzione della ri-aspirazione di prodotto con un netto vantaggio della pulizia della macchina e minore dispersione di prodotto. L’atomizzatore Urano è stato appositamente progettato per ottimizzare la difesa di vigneti e frutteti ed è disponibile anche con gruppi convogliatori tangenziali, specifici per le forme di allevamento a spalliera di vite (TGZV) o frutteto (TGZF). Richiede l’accoppiamento con trattori di 45-70 CV (33-51 kW) e pdp di 540 giri/minuto.

di Mario Cremona

Le proposte di Nobili
La gamma Oktopus Mini e Mini TY, specifica per vigneti a tendone e a pergola continua, proposta dalla Nobili è composta da atomizzatori portati con serbatoio in polietilene della capacità di 400-500-600 litri e da atomizzatori trainati con serbatoio in polietilene dalla fiancate molto arrotondate con capacità di 600-800 e 1000 litri.

Fig.2

Un atomizzatore trainato Oktopus Mini TY della Nobili con moduli diffusori biforcati a Y. 

Il telaio di acciaio è zincato a caldo e nei modelli portati è fornito di triangolo di aggancio ai 3 punti del sollevatore del trattore mentre nei modelli trainati è provvisto di timone in acciaio verniciato e occhione di aggancio. L’apparato di irrorazione è dotato di ventilatore centrifugo ad alto rendimento Ø 430 mm capace di 2970 giri/min e da una particolare struttura in materiale plastico con esclusivi moduli di irrorazione, regolabili e indipendenti tra loro per garantire una grande precisione nella distribuzione senza dispersioni di prodotto. Negli Oktopus Mini i moduli irroratori sono disposti a ventaglio sul gruppo di irrorazione.

Fig.3

Nella foto il gruppo di irrorazione degli Oktopus Mini con diffusori d’aria a bocchetta sagomata.

Ciascun modulo di irrorazione è costituito da un diffusore d’aria rappresentato da una bocchetta sagomata capace di espandere a ventaglio il getto d’aria per aumentarne l’uniformità e la penetrabilità nella vegetazione e da un ugello in ottone con antigoccia a membrana che posizionato in prossimità del diffusore indirizza lo spruzzo del prodotto da irrorare verso il getto d’aria per ottenere una più omogenea miscelazione aria-gocce. Negli Oktopus Mini TY i moduli irroratori sono incernierati tramite supporti mobili ad una barra orizzontale, di acciaio zincato a caldo, ad apertura e chiusura manuale. Ciascun modulo di irrorazione (brevetto Nobili) è biforcato con doppi getti orientabili: il diffusore d’aria presenta una bocchetta biforcata a Y sagomata per espandere a ventaglio la miscela di aria e prodotto spruzzato da 2 ugelli in ottone con membrana antigoccia. In tal modo è garantita una grande precisione nella miscelazione e nell’irrorazione del prodotto anche su una vegetazione molto fitta. Richiedono l’accoppiamento con trattori di 35-50 CV (26-37 kW) e pdp di 540 giri/minuto.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati