APPLICAZIONI

Polivalenza al cubo

Grazie a un’intensa attività di ricerca iniziata nel 1974 e ininterrotta da 40 anni a questa parte, il concetto di macchina polivalente rimane tuttora il cavallo di battaglia di Mecalac. Gli escavatori a ruote della serie MSX/MTX sono tra i suoi prodotti più rappresentativi. Sotto la lente il modello 10MSX, un compatto dalle mille risorse.

apertura

Non è facile immaginare un escavatore a ruote in grado di svolgere con efficienza gran parte delle applicazioni funzionali di un’azienda agricola. Eppure sul mercato da decenni c’è già una macchina che risponde a queste esigenze; in Francia, sua terra di origine, è molto popolare in tutte quelle applicazioni “borderline” in cui movimento terra, manutenzione e lavorazioni prettamente agricole si fondono in un unicum difficile da distinguere. Mecalac (acronimo di Mécanique du Lac, per via della sua sede ad Annecy-le-Vieux, vicino all’omonimo lago in Savoia) ha costruito il proprio successo sulle macchine a ruote della serie MSX/MTX, grazie all’evoluzione di un progetto partito dai singolari escavatori Pingon, per arrivare allo sviluppo di una macchina polivalente. Un connubio tra una pala gommata articolata e un escavatore idraulico, con un’elevata capacità di manovrare con efficienza in spazi ristretti e un impianto idraulico capace di supportare un’ampia varietà di attrezzature. Il tutto con un braccio in grado di compiere movimenti preclusi ad altre macchine. Una gamma che attualmente si compone di 3 modelli, che vanno da 7 a 9,3 t di massa operativa, con potenze comprese fra 50 e 82 kW (68-111 CV). Alla prova in questa occasione era il Mecalac 10MSX, il modello più piccolo della gamma: nonostante le dimensioni compatte, svela ingegnose soluzioni tecniche, a tutto vantaggio di una reale polivalenza. Impianto idraulico Active Control con logica Load-Sensing Flow Sharing, trasmissione idrostatica Senso Drive a circuito chiuso indipendente, attacco rapido idraulico Active Lock di serie, telaio articolato con torretta a ingombro posteriore ridottissimo, cabina collocata a destra, per una visibilità completa nei lavori di manutenzione lungo argini e bordi stradali: ecco le principali peculiarità della gamma, per una piena polivalenza.

di Costantino Radis (articolo integrale pubblicato su Macchine Agricole di settembre)

GUARDA IL VIDEO

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati