John Deere consolida i propri tradizionali punti di forza

Overall

Nonostante una difficile congiuntura economica fatta di bassi prezzi delle merci, tassi di cambio sfavorevoli e incertezze politiche, John Deere continua ad essere ottimista circa le prospettive dell’azienda nei propri core business. Questo il messaggio forte che ha accompagnato il recente incontro organizzato per presentare alla stampa internazionale le novità John Deere. “Gli sforzi che stiamo compiendo per fornire ai nostri clienti tecnologie avanzate e innovative soluzioni intelligenti ci rendono fiduciosi circa le nostre performance in tutti i segmenti di mercato”, ha dichiarato Helmut Korthöber, Direttore Marketing John Deere per l’area R2 (Europa, CSI, Nord Africa, Medio e Vicino Oriente). “Continuiamo ad accrescere il nostro portfolio di prodotti con il lancio di trattori compatti e baler, l’aggiornamento delle nostre linee di mietitrebbie e sprayer professionali e, naturalmente, l’introduzione di una nuova ammiraglia 8R nella gamma di trattori ad alta potenza. Grazie ai nuovi ricevitori StarFire 6000 DGPS, inoltre, continuiamo a migliorare la connettività delle macchine offerta dalla gamma di soluzioni John Deere FarmSight”. Tra le novità di prodotto più importanti, la nuova ammiraglia 8R: a partire dal 2017 un nuovo trattore ad alta potenza con motore Stage IV da 400 CV (97/68 CE) entrerà a far parte della famiglia dei trattori Serie 8R di John Deere. Il prossimo anno, poi, John Deere aggiornerà anche i modelli cingolati Serie 8RT, migliorandone potenza, comfort e funzionalità. Molti di questi prodotti innovativi sono il risultato dell’impegno di John Deere nella ricerca e nello sviluppo, fedelmente riflesso da un investimento di oltre 1,4 miliardi di dollari, equivalente al 5,5% del valore delle vendite, nel 2015 (oltre 6 milioni di dollari per giornata lavorativa). Secondo Korthöber, “John Deere ha saggiamente deciso di consolidare ulteriormente la propria rete di concessionari nel quadro della strategia del “Concessionario del Domani” adottata negli ultimi anni. Un percorso che alcuni dei nostri principali competitor devono ancora affrontare”. I concessionari John Deere hanno quindi investito più di 300 milioni di euro nel potenziamento dello staff, nella sua specializzazione e in nuove strutture, allo scopo di rispondere in maniera sempre più efficace alle esigenze dei clienti. “A coronamento di questi sforzi, negli ultimi dieci anni i dealer partner di John Deere hanno più che raddoppiato il volume medio dei loro affari, consolidando ulteriormente le relazioni con i propri clienti”, ha aggiunto Korthöber. Il recente lancio dei trattori della Serie 6M, il rilancio della Serie 5R, l’aggiornamento dei trattori utilitari e dei prodotti per le applicazioni zootecniche riflettono l’impegno di John Deere al servizio delle aziende agricole di ogni dimensione. “In questo quadro, continueremo a mantenere il nostro focus sull’agricoltura su larga scala e il business dei contoterzisti, aree in grado di garantire adeguati ritorni sia per i nostri clienti che per i nostri dealer”, ha dichiarato Korthöber. Investire sulla connettività ad architettura aperta e l’integrazione di soluzioni intelligenti negli strumenti per l’agricoltura professionale rimane il fattore chiave delle soluzioni FarmSight John Deere. Dal 2002, John Deere ha registrato oltre 300.000 attivazioni della soluzione AutoTrac, disponibile in 94 mercati distribuiti in tutto il mondo. “Tra il 2009 e il 2015 il numero di attivazioni AutoTrac è cresciuto di circa il 190%” sottolinea Korthöber. “Un dato che riflette la rapida crescita della domanda di strumenti in grado di migliorare l’utilizzo delle macchine, ottimizzare l’organizzazione della logistica e fornire supporto alle decisioni”. Pur mantenendosi focalizzata sull’innovazione, John Deere rimane parallelamente fedele ai propri valori fondamentali di qualità, integrità e dedizione. “Nel 2017 entreremo nel 180° anno della nostra storia”, ha concluso Korthöber “e da questo traguardo possiamo guardare indietro e ripensare con orgoglio ai successi di una presenza in Europa che dura da 60 anni, con cinque decenni di impegno nel mercato britannico e irlandese supportati da una struttura di vendita dedicata”.

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati