La pendenza non fa più paura

 

Non sempre un piccolo trattore è sinonimo di piccola tecnologia. Con il BCS Volcan K105 ci troviamo proprio in quella classica situazione in cui le dimensioni non tradiscono i contenuti. Questo perché le applicazioni a cui si rivolge questo trattore sono molto specifiche e richiedono dimensioni compatte per riuscire a muoversi agilmente in contesti delicati come frutteti, vigneti, aziende agricole montane. Con, ovviamente, un occhio a tutta la logistica legata a queste particolari attività e che richiede capacità di traino e agilità nella movimentazione all’interno di magazzini e zone di deposito. Ma il Volcan K105 non è un trattore che si limita a questo. Nell’ottimizzazione dell’azienda agricola può rappresentare una ottima opportunità per quanto riguarda la manutenzione stradale sia estiva che invernale grazie anche alle sue molteplici versioni. Il trattore della BCS è infatti disponibile sia in versione tradizionale che isodiametrica, con o senza guida reversibile, con o senza cabina ribassata e pressurizzata in Categoria IV (Compact Airtech). In totale cinque versioni differenti. La volontà del costruttore italiano è quella di andare incontro alle esigenze di un mercato in continua evoluzione e che cerca sempre di più macchine compatte ma performanti e con dotazioni di tipo superiore. Il Volcan K105 è proprio questo tipo di trattore e si inserisce, tra i compatti, in una fascia che possiamo definire senza problemi “premium”. Motore da 98 CV che fornisce un rapporto peso/potenza di assoluto primato, una gestione completamente elettronica di tutto il power-train, la possibilità di avere dotazioni e controlli che si trovano su trattori di categoria superiore, un sistema di sterzo brevettato denominato Dualsteer che unisce i vantaggi dell’articolazione di sterzo e delle ruote sterzanti limitando gli svantaggi e aumentando i vantaggi di entrambe le soluzioni. Una sorpresa positiva che ha fatto riscoprire il piacere del grande trattore in una dimensione inedita per certe soluzioni tecniche. Con un obiettivo fondamentale e che ci piace sottolineare: operare in modo produttivo e sicuro facilitando la vita dell’operatore grazie a un uso intelligente e amichevole dell’elettronica.

Guarda il video della prova

 Leggi l’articolo integrale sul numero di Maggio di Macchine Agricole

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Macchine Agricole © 2017 Tutti i diritti riservati