La nuova gamma Agricube III B, trattori per specialisti

Dal novembre 2014, data del ritorno sul mercato dopo un periodo di assenza, i trattori del gruppo Carraro Tractors hanno conquistato una posizione di nicchia in un mercato dalle esigenze complesse come quello delle macchine per il vigneto e il frutteto, realizzando una crescita del 400% nel corso di tre anni. Oggi, con il lancio dei nuovi trattori Vigneto Largo Basso e Frutteto Basso , il gruppo rafforza la sua offerta di prodotti pensati e realizzati appositamente per il cliente e in base ai feedback ricevuti dai dealer. I nuovi nati della gamma Agricube montano motori quattro cilindri FPT III B di cilindrata complessiva 3400 cc, ad iniezione Common rail e sistema turbo intercooler, caratterizzati dall’esclusiva disposizione fuori cofano del sistema di abbattimento inquinanti DOC+DPF per mantenere la compattezza del mezzo. I cinque modelli disponibili, con 30 configurazioni base, presentano potenze massime tra 75 CV e 115 CV e due versioni di trasmissione, entrambe con cambio a quattro rapporti e tre gamme (lento, medio e veloce): la versione 24+24 è di tipo meccanico mentre la versione 24+12 è elettroidraulica.

La presa di forza, nei nuovi modelli anche ad attacco frontale, può essere del tipo 540/540 E oppure 540/1000, il sollevatore è meccanico con posizione, sforzo e controllo misto, l’innesto delle quattro ruote motrici è elettroidraulico con frizione a dischi in bagno d’olio (optional). Altre peculiarità sono il sensore dell’angolo di sterzata (che raggiunge un massimo di 52°) ma soprattutto le rinnovate cabine 1010mm VL CAB e PERGOLA CAB, entrambe sviluppate ascoltando le necessità dei clienti: la prima risulta essere ideale per vigneti stretti e alti, con interfila di 2 m, tipologia, quest’ultima, in crescente diffusione, in quanto permette di evitare il contatto con le pareti superiori del vigneto, mentre la seconda è stata pensata per garantire condizioni di lavoro e di sicurezza ottimali in presenza di forme di allevamento basse, come la pergola (per entrambi i modelli l’altezza massima al roll bar alzato è di 2390 mm mentre l’altezza massima del cofano è di 1300 mm). A dimostrazione della stretta collaborazione con i dealer al fine di garantire “il prodotto giusto per il cliente giusto nel posto giusto”, vi sono poi alcune accortezze, come la cabina a sei montanti per facilitare l’apertura della porta, l’esclusore DETENT con raccogli gocce opzionale, lo scivolo di protezione del sottomacchina che copre e protegge le parti elettriche e idrauliche oppure il cofano facilmente rimuovibile per facilitarne l’accesso in fase di manutenzione.

Di Alberto Borile

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here