L’Europa chiama: BCS è già pronta

L’entrata in vigore del Regolamento n. 167/2003 CEE, la cosiddetta Mother Regulation, è ormai alle porte. Dopo una finestra di due anni per consentire gli opportuni adattamenti ai produttori, dal 1°gennaio 2018 tutti i nuovi trattori agricoli dovranno infatti essere conformi alla normativa europea che ha l’obiettivo principale di migliorane la sicurezza. Le macchine del Gruppo BCS sono pronte per questa nuova sfida, come afferma il suo Direttore Marketing, Carlo Cislaghi: “In questi anni abbiamo lavorato senza sosta per stare al passo con i tempi e adeguare le nostre gamme di trattori agli importanti cambiamenti che ci aspettano a partire dal prossimo mese. Contestualmente alla Mother Regulation sono stati effettuati diversi miglioramenti a livello di prestazioni, di qualità del prodotto e di comfort operativo. É stata inoltre implementata la presenza dell’elettronica per la gestione dell’innesto della pto e della sensibilità della frizione del cambio”. Le altre principali novità dei trattori del Gruppo BCS in regime di Mother Regulation riguardano il miglioramento dell’efficienza del sensore “uomo a bordo” per consentire all’operatore la massima libertà di movimento durante il lavoro, il miglioramento dell’impianto elettrico e dell’impianto frenante, l’evoluzione del freno di stazionamento automatico Brake-off e l’introduzione di sedili ancora più confortevoli. Una più approfondita specifica delle innovazioni introdotte sui trattori del Gruppo BCS è descritta nel file allegato.

 

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here