Spandiletame: sponde in legno o acciaio?

Spandiletame Crosetto con sponde in legno
La Crosetto Rimorchi prevede le sponde in legno come primo allestimento per la sua gamma di spandiletame

Sembrerà incredibile ma anche nel settore degli spandiletame ci sono abitudini e tecnologie che cambiano da paese a paese, da regione a regione.

Non stiamo parlando solo di forme, altezze e portate che, infine, sono elementi fondamentali per riuscire a far breccia in alcuni mercati. Stiamo parlando del materiale con cui costruire le sponde.

Legno o acciaio? Ognuno ha il proprio credo ma, nei fatti, occorre essere più realisti del re e capire quale dei due garantisca una durata superiore a fronte dell’azione aggressiva da parte degli acidi contenuti nel letame.

Gli spandiletame con sponde in legno stanno tornando in auge dopo anni di abbandono. Soprattutto da parte di quei costruttori, ad esempio come la Crosetto Rimorchi, che svolgono un continuo ascolto del mercato e hanno una lunga tradizione storica.

Tradizione che, con gli spandiletame, porta ad avere quella necessaria esperienza e feedback da parte degli utilizzatori che permette di capire nel tempo quale possa essere la migliore soluzione possibile.

Il legno, e questo sta avvenendo anche in edilizia, sta tornando ad essere rivalutato per la sua estrema capacità di adattamento che lo porta ad avere una elevata capacità di resistenza nel tempo.

Resistenza che si esprime anche nella capacità di sviluppare delle barriere protettive naturali contro l’aggressione da parte di agenti corrosivi come, ad esempio, quelli contenuti nel letame.

Alcuni obiettano che gli spandiletame con sponde in legno sembrano macchine di vecchia concezione. Questo dipende anche da una scorretta percezione di cosa sia realmente moderno e attuale. Complice una visione quasi “mitologica” del nostro recente passato che faceva vedere come sorpassate delle tecnologie che, in realtà, erano già moderne alla loro nascita.

Gli spandiletame non si sottraggono a questa visione ma dopo alcuni anni di lavoro in molti si sono resi conto che la corrosione ha fatto stragi di sponde e, di conseguenza, anche di telai. Con tutti i rischi del caso. Alcuni costruttori propongono elementi in acciaio inossidabile che, inevitabilmente, comportano costi superiori.

Ma anche in questo caso occorre fare molta attenzione: l’acciaio inox ha una classificazione ben precisa e non tutti impiegano materiali di elevata qualità.

Chi propone spandiletame con sponde in legno lo fa a ragion veduta. E i dati di mercato sono a suo favore sia da un punto di vista delle vendite che da quello della soddisfazione degli utilizzatori.

E alla fine sono loro che contano. Soprattutto alla luce di costi di gestione più ragionevoli.

Stiamo parlando di letame. Non di pietre preziose.

Costantino Radis

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here