Velocità dei trattori: bastano 60 km all’ora?

Velocità dei trattori
La velocità dei trattori è stata aumentata, per le macchine Mother Regulation, a 60 km/h

La Mother Regulation ha portato un’innalzamento della velocità dei trattori a 60 km/h che ha visto la gioia degli operatori italiani.

Un nuovo scenario che apre prospettive particolari a un mercato che vede già grandi facilitazioni a coloro che utilizzano i trattori agricoli.

Tutti conoscono il quadro normativo, a livello di Codice della Strada, che divide in modo netto non solo chi lavora in campo agricolo rispetto a chi opera con i veicoli industriali. Le differenze sono enormi, a livello di patenti e di corsi per la sicurezza, anche fra chi utilizza i trattori immatricolati come macchina agricola rispetto a chi li usa con un inquadramento da macchina operatrice.

Non solo la velocità dei trattori che rispondono alla Mother Regulation viene alzata da 40 km/h a 60 km/h ma anche i pesi rimorchiabili sono soggetti a un nuovo importante innalzamento.

Abbiamo parlato di tutti i rischi connessi con i nuovi limiti di velocità dei trattori e con le nuove masse rimorchiabili in questo articolo.

Le reazioni sono state positive e molti addetti ai lavori ritengono che, viste le nuove masse in gioco e la difficoltà della gestione degli ingombri, sarebbe auspicabile l’obbligo quanto meno della patente C per chi si mette alla guida di questi trattori.

Tenendo conto che alcune combinazioni superano masse complessive di 50 tonnellate sarebbe auspicabile avere l’obbligo della C-E.

Potrà sembrare cosa da poco ma in realtà l’ottenimento di queste patenti è ben più selettivo rispetto alla semplice B.

Si richiede infatti uno studio approfondito delle dinamiche di comportamento dei veicoli di grande dimensione che non viene affrontato nelle patenti inferiori.

In molti potranno obiettare che “l’esperienza è quella che conta realmente”. Sono sempre stato del parere che “pratica e grammatica” vanno a braccetto e devono essere due elementi in costante dialogo nella formazione di una figura professionale di alto profilo.

Nonostante tutte queste considerazioni ci sono molti che vorrebbero percorrere le strade alla stessa velocità consentita dai Fastrac per ottimizzare ulteriormente la logistica della propria azienda agricola.

Portare la velocità dei trattori a 90 km/h piacerebbe a molti.

E sono anche dell’idea che, con macchine adeguate, su certe strade e a certe condizioni si possa anche fare.

Occorre però che alla base ci sia una formazione e una preparazione che, oggi, non sono sufficienti. Patenti comprese.

Costantino Radis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here