Trattori e “construction”: una sinergia efficiente!

Trattori Fendt Vario al lavoro in un cantiere construction
Trattori Fendt Vario al lavoro in un cantiere stradale in una classica applicazione construction

Trattori e “construction” è un binomio sempre più vincente.

La sinergia fra le macchine “agri” per eccellenza e il settore delle costruzioni è in piena fase di sviluppo. Soprattutto con le macchine alta potenza utilizzate nella costruzione stradale.

Sono sempre di più, infatti, i settori in cui i trattori si rivelano risolutivi in applicazioni nate con la comparsa di attrezzature particolari.

I trattori sono infatti sempre più impiegati nel “construction” accoppiati con stabilizzatrici di alta potenza, con trincia frantuma roccia per la rigenerazione di strade bianche, con scrapers per la costruzione di bacini di raccolta acque o rilevati stradali.

Anche la rete di vendita e assistenza si sta indirizzando mentalmente verso questo tipo di attività consapevole di avere clienti che non gravitano nel settore agri ma che hanno esigenze del tutto simili.

Avere ritmi produttivi serrati, minimizzare i fermi macchina, assistenza continua sono infatti tematiche comuni sia agli agricoltori che a coloro che operano in grandi lavori stradali.

Soprattutto i marchi che storicamente sono conosciuti e apprezzati per i loro trattori ad alta potenza sanno che il “construction” rappresenta un’ottima occasione per differenziare e allargare il proprio business.

L’arrivo sul mercato delle trasmissioni a variazione continua ha poi ulteriormente alimentato questo trend di sinergia fra trattori e “construction”.

Ne avevamo già parlato in questo articolo in cui si evidenziava come proprio alcuni brand avevano aperto nuove modalità di impiego dei trattori nel “construction”.

Un trend che ne frattempo si è ulteriormente sviluppato e che l’impiego dei trattori maxi potenza cingolati ha reso ancora più interessante.

Gli stessi costruttori di attrezzature specializzate sono entrati nell’ottica di collaborare con i “trattoristi” per ottimizzare il funzionamento sulla base dello sviluppo delle tecnologie applicate.

Sviluppo che investe pesantemente anche le nuove modalità di lavoro delle aziende puntando alla ottimizzazione dei processi del cantiere e alla massima integrazione fra i prodotti.

Le tecnologie CAN-BUS indirizzano la crescita del settore e la progettazione di processi integrati fra attrezzature e trattori.

Logico quindi che i grandi costruttori di trattori puntino anche in modo deciso con divisioni specializzate verso le applicazioni “construction”.

Costantino Radis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here