Trattori e componenti: la logica del sovradimensionamento

Fendt 943MT Vario
Il Fendt 943 MT Vario impiega una trasmissione sovradimensionata rispetto a coppia e potenza per fare fronte alle sollecitazioni del carro cingolato

La sinergia industriale è fondamentale per i trattori e i loro componenti.

Molti costruttori producono in proprio elementi fondamentali delle macchine come, ad esempio, le trasmissioni e i cambi.

Fendt è uno dei costruttori che ha saputo percorrere questa strada inventando, con la trasmissione Vario, un nuovo modo di intendere il trattore agricolo.

La ricerca della massima efficienza aziendale porta i costruttori a utilizzare, per quanto possibile, gli stessi componenti su trattori diversi.

Una strategia che, a volte, porta anche a scelte scomode. Come nel caso dei nuovi trattori cingolati Vario 900 MT ereditati dal brand Challenger.

Chi pensa che queste nuove macchine siano semplicemente i vecchi Challenger verniciati in verde e con una diversa calandra si sbaglia di grosso.

Nella realtà si tratta di trattori completamente nuovi che, nei contenuti, sono molto diversi dal passato.

La novità più evidente è stato l’arrivo della trasmissione a variazione continua Fendt VarioDrive mutuata dalla serie Vario 1000.

Una trasmissione di una macchina gommata che appartiene ad una classe superiore per coppia e potenza. Fendt ha scelto deliberatamente di sovradimensionare un componente fondamentale del suo nuovo trattore cingolato.

La scelta non è stata obbligata ma pensata sulla base delle reali condizioni operative dei trattori cingolati.

Quando si progettano i componenti per i trattori occorre infatti tenere conto non solo di coppia e potenza ma anche dello scarico a terra della forza di trazione.

Trattori e componenti devono essere un unicum organico che garantisca affidabilità nel tempo e prestazioni allineate alle aspettative dell’utilizzatore. Anche, se il caso, sovradimensionando alcuni elementi.

Nel caso della serie Vario 900 MT, Fendt ha preso questa strada in modo radicale rinunciando anche ad alcune idee di base che hanno guidato la filosofia di questa azienda.

Se avessero voluto semplicemente inserire la trasmissione Vario sui nuovi mezzi cingolati, avrebbero potuto utilizzare le catene cinematiche utilizzate sulle stesse serie gommate.

Ma se i cingolati Vario 900MT impiegano la trasmissione VarioDrive della serie 1000 gommata c’è un motivo. Stesso motivo per cui i cingolati Vario 1000MT utilizzano un cambio Power Shift (inusuale per Fendt) in attesa di terminare lo sviluppo di una trasmissione a variazione continua adeguata alle prestazioni di quella macchina.

Il sovradimensionamento (quando è motivato e intelligente) è quindi una logica che, non solo per i trattori e i componenti, risulta vincente.

Costantino Radis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here