Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano: un format in evoluzione.

Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano
La Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano sta diventando sempre più importante

La Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano sta cambiando.

Una manifestazione, diventata un appuntamento fisso per gli agricoltori del nord ovest, che si colloca nel baricentro di una pianura a vocazione agroalimentare.

La provincia di Cuneo è infatti una zona in cui agricoltura, meccanizzazione e trasformazione del prodotto sono i fondamenti di un’economia solida.

La Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano si colloca quindi in un contesto produttivo in cui l’agricoltura ha radici profonde e sta trovano sempre più una propria identità produttiva di alto profilo.

In un panorama come questo, la Fiera di Savigliano può giustamente ambire a una collocazione strategica nel quadro fieristico del nord Italia. La presenza di Aproma, associazione che riunisce più di 50 costruttori di macchine agricole di cui fanno parte anche anche grandi aziende come Merlo, Capello e Olimac, trasmette l’idea di un comparto forte e dinamico.

Una filiera produttiva che parte dal campo e finisce sulle tavole dei consumatori con un processo che richiede competenze sempre maggiori. In tutto questo la digitalizzazione delle macchine è fondamentale per riuscire ad avere un controllo efficace della produzione ed aumentare il livello qualitativo.

La provincia di Cuneo è un bacino produttivo eccezionale in cui ogni differenza ambientale propone eccellenze agroalimentari che si collocano oggi al vertice del mercato.

Dagli allevamenti, all’ortofrutta per passare dai cereali e terminando con la viticoltura. Una bella sfida in cui le macchine e la tecnologia applicata giocano un ruolo fondamentale.

Qualità e quantità oggi vanno a braccetto e la tecnologia digitale applicata alle macchine è oggi la strada maestra per riuscire a raggiungere entrambi gli obiettivi.

La Fiera della Meccanizzazione Agricola di Savigliano vuole diventare un punto di riferimento per il sistema agricoltura in cui si evidenzi come meccanizzazione e tecnologia di alto livello possono fornire soluzioni semplici, percorribili ma di alto valore aggiunto per tutti gli agricoltori.

L’obiettivo è molto chiaro: soddisfare un’equazione in cui “cibo di qualità = meccanizzazione agricola + tecnologia digitale”.

Una sfida che parte con l’edizione 2019 e che, nei prossimi anni, si propone di cambiare il volto a questa manifestazione di successo.

Costantino Radis

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here