I nuovi miniescavatori JCB per l’azienda agricola

I tre miniescavatori JCB 19C-1, 18Z-1 e 16C-1 da 1-2 tonnellate sono l’ultima aggiunta alla ampia gamma di miniescavatori prodotti dal costruttore britannico. Come gli altri modelli della gamma, anche questi nuovi modelli sono macchine compatte per lavorare sia all’interno che all’esterno degli edifici agricoli e civili, ma anche abbastanza leggere per essere facilmente trasportati, a rimorchio o caricata, da un veicolo commerciale con adeguata capacità di traino o carico. Il miniescavatore JCB 18Z-1, in particolare, rappresenta una risposta “rapida” ai tipici problemi di pronto interveto in campo, come interventi su fognature o fossati intasati, oltre a fornire “muscoli” meccanici per piccoli interventi di bonifica, installazione di recinzioni, e lavori vari di movimentazione terra nell’ambito delle aziende agricole.

I nuovi modelli di miniescavatori compatti JCB di nuova generazione condividono una serie di caratteristiche. Innanzitutto, la carrozzeria interamente in acciaio – caratteristica inusuale sul mercato in questa classe di peso -, per proteggere completamente i componenti da urti accidentali; è inoltre possibile per la maggior parte dei modelli, scegliere tra un telaio aperto di sicurezza o a cabina completamente chiusa. Il nuovo JCB 18Z-1 in particolare è dotato di un motore diesel da 11,7 kW, e le boccole in grafite per tutti i perni frontali sono una soluzione costruttiva che permette di ridurre al minimo i tempi di fermo macchina e in generale i costi di gestione in quanto richiedono un ingrassaggio solo ogni 500 ore. Il nuovo 18Z-1 ha un circuito idraulico con pompa a pistoni da 32 litri/min e sottocarro cingolato, con cingoli in acciaio o gomma da, 1,57 m, con assetto regolabile per la massima stabilità nel lavoro. La larghezza totale minima è di 980 mm per l’accesso e il trasporto.

Come miniescavatore girosagoma (zero tail swing), il nuovo JCB 18Z-1 è stato progettato appositamente per accedere e lavorare in spazi confinati o molto ristretti, oppure a fianco di muri e recinzioni, grazie a un design del contrappeso che riduce di 418 mm il raggio di rotazione posteriore per un ingombro estremamente compatto durante il lavoro. Il JCB 18Z-1 offre una scelta dell’avanbraccio tra lunghezze di 950 mm e 1100 mm, che forniscono, rispettivamente, una massima profondità di scavo di 2,42 o 2,57 m, e l’altezza di sollevamento di 3,83 e 3,98 m.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here